Estate è per tante donne sinonimo di abbronzatura. Abbronzatura a sua volta è sinonimo di colorito dorato, sano, e vacanziero.

Ma a molte di noi tutto ciò non basta. Non ci accontentiamo infatti di colorare il nostro volto, ma vogliamo continuare anche ad utilizzare il nostro amato make up.

E in realtà, in certi casi, forse siamo costrette a farlo. In presenza ad esempio di macchie e discromie che con l’abbronzatura non solo non miglioreranno ma addirittura potranno anche peggiorare.

Tuttavia molte donne quando arriva l’estate entrano in crisi non sapendo più come truccarsi, che prodotti utilizzare, su quali tonalità andare.

In realtà il problema maggiore in questi casi lo hanno le donne dal sottotono freddo che ovviamente utilizzeranno prodotti cromaticamente simili al loro incarnato, quindi dalle tonalità cold.

(Leggi anche: il blush, consigli d’uso)

Ma anche l’incarnato più freddo, se esposto al sole tenderà a scaldarsi, per cui nell’applicare un fondo a base fredda – che sia beige o rosato – il rischio, anzi quasi la certezza, è di ingrigire il viso vanificando così il tentativo di avere almeno per una piccola parte dell’anno un bel viso dall’aspetto sano e naturalmente colorato.

È  d’obbligo dunque provare il fondotinta sulla pelle pulita, idratata e abbronzata, prima di acquistarlo. In realtà l’obbligo di provare un fondo mai utilizzato prima di acquistarlo vale tutto l’anno, ma in estate se vi abbronzate diviene un diktat.

come truccarsi in estate

In estate, la pelle esposta al sole non muta solo il sottotono, ma si modifica anche nel suo impatto con i prodotti che applichiamo.

Va da sé che la crema idratante che utilizzeremo in inverno difficilmente sarà la stessa che utilizzeremo in estate. Sulla pelle, infatti, risulterà eccessivamente pesante e pastosa.

Fatevi regalare dei campioni di creme così da provarle di giorno e di notte, al fine di evitare quell’odioso effetto unto che in estate, se si sbaglia crema, è molto facile vedere.

La pelle in estate, oltre che idratata, va costantemente rimineralizzata proprio a causa della sudorazione che ci fa perdere minerali importanti, il che ci suggerisce anche l’utilizzo di prodotti come l’acqua termale che ha esattamente questa funzione. Una nebulizzazione sul viso appena pulito e asciutto, prima ancora della crema, vi rinfresca e rende la pelle liscia a morbida.

Vediamo ora come scegliere il nostro fondotinta estivo.

Se in inverno, anche e soprattutto in base all’età, alle condizioni e alla tipologia della pelle, possiamo scegliere tra fondi in crema, compatti, minerali, fluidi, mousse, ecc. –  in estate questa scelta si riduce drasticamente.

I prodotti compatti e in crema rischiano di essere troppo pesanti.

L’estate è sintomo anche di leggerezza. Quando pensiamo all’estate ci viene in mente una fetta di anguria ghiacciata, un gelato, e non una teglia bollente di melanzane alla parmigiana.

Ecco, i prodotti in cialda e compatti e in crema sono la teglia di melanzane, mentre i fondi fluidi e leggeri sono la freschissima e invitante fetta di anguria. Non dite che la metafora non rende per la vostra abbronzatura!

Se non siete quindi in presenza di una pelle problematica, che avrà probabilmente la necessità di essere trattata in maniera speciale, quando scegliete il fondotinta andate su prodotti leggeri.

Ancora meglio se optate per una BBCream, o una CCCream, ovvero di una crema pigmentata che ancor più che in inverno dovrebbe avere semplicemente la funzione di dare un po’ di uniformità ad un incarnato che già rispetto a quello invernale avrà perso quelle tonalità adorabili che vanno dal verde militare al grigio, passando per un color senape.

Questa è inoltre l’unica stagione in cui le orrende terre marroni che utilizzate al posto del fard durante l’inverno e che vi conferiscono un aspetto da malate di fegato, hanno finalmente  senso per la vostra abbronzatura.

Potete optare al posto del fondotinta per una terra, così eviterete anche il rischio che una sovrapposizione di troppi prodotti fluidi (crema idratante, contorno occhi, fluido protezione 50 e infine il fondotinta) possano lucidare eccessivamente la pelle.

Chiaramente evitiamo come la peste le terre con cristalli di luce, se avete superato quell’età in cui qualunque cosa vi mettiate vi sta bene: ovvero i vent’anni.

come truccarsi in estate

Anche in questo caso, chiaramente, provate sempre le tonalità. Le terre infatti vanno dal marrone più freddo, ottime per i chiaro/scuri ma altamente sconsigliabili in tutto il viso, fino al marrone quasi rosso, adatto esclusivamente ad un incarnato che sia già molto caldo. Su una pelle fredda anche se scaldata dal sole, dovete applicare una terra mediamente calda. Per cui provate. Non c’è altro modo per non sbagliare.

Se invece optate per una serie di prodotti fluidi sovrapposti, probabilmente avrete la necessità di opacizzare con una cipria. Ed è qui che spesso rovinate tutto!

Un cipria translucida, o di un rosa freddo, o ancora applicata in maniera eccessiva o con gli strumenti sbagliati, toglieranno luminosità al viso, stendendogli sopra una patina grigiastra.

Se dovete, quindi, scegliere una cipria da applicare sul viso, scegliete una cipria dal sottotono caldo, e applicatela con il piumino.

come truccarsi in estate

Oltre a consentirvi di prendere la quantità di prodotto di cui necessitate e non di più – cosa che con il pennellone è difficile – aiuta anche ad asciugare la pelle levando il sebo in eccesso dovuto all’impatto dei prodotti grassi.

Con l’abbronzatura anche il problema delle occhiaie dovrebbe venir meno, o comunque esser mitigato dal fatto che il resto del viso diviene più scuro camuffando di fatto questa discromia.

Se però proprio non riuscite a farne a meno, in questo caso vi suggerisco ancora più attenzione che in inverno.

In realtà è facile un po’ tutto l’anno veder andare in giro donne di ogni età con i cerchi grigi intorno agli occhi.

Il problema è sempre l’assurda ossessione di voler coprire delle discromie tendenti al viola/blu/marrone, sostituendole di fatto con delle nuove fantastiche occhiaie tendenti al grigio topo.

Perché è ciò che provoca la maggior parte dei correttori in vendita. In più, tante di voi non sanno applicare questo prodotto correttamente.

Questo problema raggiunge i suoi picchi più drammatici in estate quando non solo andate in giro con gli occhi cerchiati di grigio, ma sembra pure che vi siate addormentate al sole con gli occhialini alla John Lennon: i prodotti che acquistate infatti, oltre che della tonalità sbagliata, sono anche troppo chiari.

Se proprio avete l’ossessione malata per le vostre occhiaie anche in estate, scegliete un correttore aranciato. Applicate pochissimo prodotto con un pennellino apposito e poi picchiettate con una spugnetta affinché il prodotto venga interamente fuso sulla pelle.

Se il rischio di un eccesso di prodotto esiste sempre, in estate – complice il caldo, e la tendenza della pelle a respingere maggiormente  l’eccesso di prodotto, che finirà ‘impastato’ con il sudore – diviene ancora più allarmante. L’antiestetico impastino di correttore/contorno occhi/sudore, è lì che vi attende. Attente.

Se quindi ritenente di non poter uscire senza correttore, ricordate di optare per un prodotto che sia facilmente stendibile e con una tonalità calda, direi proprio un arancio.

Volete sapere invece che tipo di blush e rossetto scegliere per le vostre serate estive?

Bene, allora seguitemi nel prossimo post.

444 Total Views 3 Views Today

Inoltre vi consiglio di leggere...