Diciamolo subito: il trucco occhi è molto difficile da realizzare. Il che significa che se non siete capaci, evitate perché non solo non vi donerà nulla di più, ma al contrario peggiorerà la vostra immagine.

Truccare gli occhi, infatti, non significa semplicemente sporcarsi i polpastrelli di ombretto,  o per le più diligenti spennellare le palpebre. Truccare gli occhi significa conoscerne bene la fisionomia.

Per imparare le basi davvero non so quanto possano essere sufficienti i tutorial. Certamente ci sono ragazze molto brave che non hanno mai frequentato scuole di trucco e che semplicemente e furia di provare e riprovare riescono a creare dei bei make up su loro stesse.

Altra cosa però è truccare le altre persone: ogni viso, ogni occhio, ogni tipologia di pelle ha le proprie caratteristiche per cui senza una guida trovo difficile realizzare sulle altre dei make up davvero ben fatti.

Partiamo dal colore.

In questo caso il concetto di “Armocromia”, ovvero di armonia del colore, che utilizziamo quando parliamo di incarnato è differente.

Se nel caso di un cosmetico come il fondotinta, infatti, dobbiamo scegliere una tonalità simile, quindi rimanendo sui toni caldi in presenza di un incarnato dalle tonalità ambrate e miele, e in certa parte anche olivastre (anche se le olivastre sono un mondo a parte), e al contrario, virando sui rosati e i beige in presenza di una pelle tendente al freddo, con gli ombretti la questione è molto differente.

Il make up occhi ha lo scopo di esaltare lo sguardo, lasciando che gli occhi  vengano fuori, siano più intensi e armoniosi con il resto del viso.  Scegliere colori uguali al colore degli occhi, fatta eccezione per i toni neutri del marrone che stanno bene a tutte, è un grosso errore. Invece andiamo possibilmente sui colori  complementari. Per fare un esempio, non valorizzerete i vostri occhi azzurri con un ombretto azzurro, e i vostri occhi verdi con un ombretto verde. Così facendo al contrario li appiattite. I neutri, il prugna, il viola,  il nero, sono alcuni dei colori per valorizzare gli occhi chiari.

trucco occhi 2017

Il vero colore, però, è il chiaroscuro.

Sì carissime le mie amanti del make up: in realtà per eseguire un bel trucco non solo è sufficiente ma è altresì indispensabile saper utilizzare il nero (o il marrone) e il bianco.

Perché il trucco occhi è prima di tutto un trucco correttivo. Se non appartenete alle fortunate  che da correggere non hanno nulla, lo scopo del vostro make up occhi è dare risalto, correggendo le imperfezioni, alla parte più importante del vostro viso.

La vostra trousse potrebbe dunque anche solo contenere una matita nera, una marrone, un ombretto nero, tre/quattro marroni (tra chiari scuri caldi freddi) e qualche bianco (ottico, latte, fino al beige). Tutti gli altri ombretti sono inutili, e spesso dannosi.

Ma noi non possiamo farne a meno. Questa è la realtà.

Come usarli senza procurarci danni? Utilizzandoli per dare colore, dopo aver creato una base con i toni neutri, con un sapiente gioco di matita e ombretti.  Li applicheremo con parsimonia nella zona centrale della palpebra mobile, e perché no, anche nella rima inferiore esterna.

Riusciremo in questo modo ad avere un po’ di colore sugli occhi senza che questo appiattisca e renda spento il nostro sguardo.

Un altro modo per dare un po’ di colore se proprio non riuscite a farne a meno, è utilizzare una matita colorata nella rima inferiore interna. O ancora con  un eye-liner colorato, magari con una doppia linea, una nera e l’altra colorata.

Infine, ricordate che il colore dell’ombretto non va mai abbinata al vestito: fa tanto zia Mildred. E attenzione con il grigio, è un colore difficile da utilizzare. Il rischio, soprattutto se non avete coperto adeguatamente le vostre occhiaie, che le enfatizzi ulteriormente.

Scegliete preferibilmente un tortora che con la sua punta di marrone scalda e rende più naturale il colore. Oltre ad essere particolarmente sofisticato.

Inoltre vi consiglio di leggere...