Saldi, amati saldi. Amati perché, finalmente si può valutare l’acquisto di quella blusa giallo fluo con dei cuori rosa Schiapparelli che mai e poi mai avreste acquistato a prezzo pieno?

Bene, se questo è il vostro modo di affrontare i saldi fermatevi immediatamente e ricominciate daccapo!

I saldi hanno due funzioni principali:

1. acquistare i capi mancanti  dal nostro guardaroba che non sono rientrati nel nostro budget a inizio stagione.

2. acquistare quei capi che, dovendo essere di qualità, hanno un costo elevato.

A cosa non servono i saldi? A riempire il vostro guardaroba di capi dozzinali, che con gli sconti  costano quanto valgono: poco o nulla!

Se avete seguito i miei consigli e avete riordinato il vostro guardaroba eliminando tutto ciò che non vi serve non buttate all’aria tutto il lavoro fatto riempiendo i vostri armadi di stracci.

Come agire quindi per non lasciarsi prendere dalla frenesia degli acquisti impulsivi e compulsivi? Dovete agire come quando siete a dieta: non andate a fare acquisti senza prima aver fatto la “lista della spesa”.

saldi

Aprite il vostro armadio e cominciate a vedere cosa c’è e cosa manca. Basandovi su ciò che maggiormente utilizzate, fate un cernita.

Ad esempio, per lavoro utilizzate prevalentemente giacca e pantaloni? Contate quanti capi avete e se riuscite a farli turnare come si deve. Verificate poi quei capi che avete difficoltà ad indossare perché non avete il giusto abbinamento, ma che amate e quindi avete tenuto.

Carta e penna, e cominciate a buttare giù la lista di ciò che manca.

Pensate al budget che avete a disposizione. Fatelo!

Non commettete mai l’errore di sguinzagliarvi per i negozi senza aver prima deciso quale è il budget di cui disponete. Questo è sempre sbagliato, ma con i saldi può essere letale: non disponete di un pozzo senza fondo. Rischiate di finire i soldi senza aver acquistato ciò che davvero vi occorre.

Ora sapete cosa manca e quanto avete a vostra disposizione: verificate che le due informazioni siano compatibili. Se non lo sono, cominciate a eliminare dal capo meno utile. Non ritoccate il budget se non di un 10%: sono certa che lo avrete già stiracchiato al massimo delle vostre capacità.

Ma cosa sarebbe meglio acquistare durante i saldi? Quali capi non bisogna lasciarsi scappare? Ovviamente quelli che costano di più, quelli che per fattura e per costruzione del capo non possono essere di scarsa qualità. E ciò vale anche per gli accessori.

 

(Leggi anche: come scegliere il modello adatto di pantaloni)

Giacche

Se c’è un capo che deve essere qualità è proprio la giacca. È quasi una architettura, con delle proporzioni che devono essere perfette. La spalla e il punto vita devono cadere a pennello. Una buona giacca quindi costa. Approfittatene quando ci sono i saldi: farete dei veri affari.

Pantaloni

Capo difficilissimo da indossare salvo che non abbiate davvero delle buone proporzioni. Quando è di qualità scadente cade male, tira, scende.

Scarpe

Che debbano essere di qualità è scontato. Sono un accessorio che cambia il look, in meglio ma anche in peggio se sbagliate l’acquisto. E quelle in ecopelle lasciatele stare. Sono davvero kitsch.

Borse

Soprattutto la borsa da lavoro e da giorno acquistatela di qualità. Che sia in pelle o in canvas, scegliete borse ben fatte, ben proporzionate. Non dovrete spendere cifre esagerate, esistono tante aziende italiane, ad esempio toscane, che producono prodotti di altissimo livello a costi davvero concorrenziali.

Abiti per le “occasioni speciali”

Sapete già che tra qualche mese avrete degli eventi importanti o delle cerimonie? Approfittate dei saldi per acquistare capi bellissimi e chic per le vostre occasioni speciali. Optate per capi “quattro stagioni”, che potrete utilizzare sia in estate che in inverno.

saldi

E infine, approfittiamo dei saldi per inserire nel nostro guardaroba alcuni capi che, indipendentemente da come è scandita la vostra vita e la vostra settimana, potranno risultarvi indispensabili.

Camicia bianca

Non potete non avere una camicia bianca maschile nel vostro guardaroba. Da portare come minidress con un pantalone skinny; oppure annodata in vita, in stile anni ’50, con una gonna a tubino o una longuette; o ancora over, con un pantalone maschile, da abbinare ad una cravatta lasciata lenta. Puntate su una camicia di qualità, ben fatta e con un cotone strepitoso.

Twin set

In estate e in inverno, chiaramente scegliendo il giusto filato, un twin set nell’armadio vi salva in tutte quelle situazioni in cui, o per mancanza di tempo o di fantasia, abbiamo bisogno di vestirci velocemente, comodamente e bene. Da usare combinato o spezzato, è un jolly che amerete soprattutto nei viaggi di lavoro.

Little Black Dress

Non dico nulla di nuovo: davvero, sarà banale, ma non potere non avere un LBD nel vostro armadio. Vi salverà in ogni situazione, di lavoro, serale, di viaggio.

T-Shirt

Ovviamente non parlo di banali T-shirt ma di pezzi unici, disegnati e pensati da giovani creativi. Le potrete utilizzare sia in un contesto casual che in uno più formale. Sdrammatizzano un tailleur un po’ troppo serio, e vi daranno un tocco di unicità.

Vintage

I saldi sono anche l’occasione per chi ancora non si è avvicinato al meraviglioso mondo del vintage, di provare finalmente. Qualche capo vintage nel proprio armadio è sinonimo di eleganza e personalità. Pensate ad una cosa: quel pezzo lo avrete solamente voi, nessun’altra. E vi regalerà un’eleganza che oggi potrete avere sono con capi di altissima gamma, quindi a prezzi molto molto elevati. Mi pare dunque un’occasione ghiotta per avvicinarvi, senza investire inizialmente grosse cifre, ad un mondo che è solo per le più chic.

Se il mass market, per me, non ha senso nemmeno in stagione, figuriamoci con i saldi. L’unico risultato che otterrete se cederete alla corsa ai saldi nei mass market sarà di buttare via il vostro denaro acquistando pezzi brutti e scadenti che ingolferanno il vostro armadio.

the-benjamin-shopping

Inoltre vi consiglio di leggere...