Quando ho saputo che la prossima stagione primavera-estate 2017 vedrà il ritorno delle tanto detestate ho attraversato diverse fasi: la disperazione come prima cosa, che si è poi tramutato in orrore, per finire in un senso di rassegnazione.

Infatti, chi come me ha fatto in tempo ad indossare, anche se come colpo di coda, queste scomodissime protesi, sa quanto potessero essere fastidiose e quanto, riguardando le foto che vengono sapientemente occultate ad occhi estranei, fossero ai limiti del ridicolo.

Ma ci sta che, nei corsi e ricorsi della moda, prima o poi dovessero tornare anche loro.

mood-spalline

La comparsa delle spalline negli anni ’80 avvenne in un contesto molto particolare. Erano gli anni del grande benessere. I grandi cambiamenti nel tessuto sociale delle famiglie iniziato alla fine degli anni ‘60 si era ormai compiuto, non senza traumi.

Non solo moltissime  donne erano ormai diventate indipendenti economicamente, ma la scelta di dismettere i panni di madre e moglie per indossare quelli di lavoratrice, a volte di professionista affermata, in quel decennio diviene quasi un diktat.

La donna proposta dalla moda anni ’80 è per questo una donna quasi androgina. Armani inventa la giacca destrutturata, adatta ad un corpo femminile ma allo stesso tempo adatta ai ruoli anche dirigenziali che la donna raggiunge nelle imprese e nella società.

elysium-jodie-foster-672

Una donna che esalta, anche nella scelta dei look quotidiani, il suo desiderio di affermarsi in posizioni professionali anche di altissimo livello.

Le spalline, in questa trasformazione, hanno un ruolo molto importante: allargano le spalle modificando così in maniera evidente  la fisionomia femminile con l’obbiettivo di avvicinarla decisamente a quella maschile.

Non c’è dubbio che le spalline, se utilizzate con moderazione, e su certe fisicità possono essere un aiuto notevole a riequilibrare la silhouette.

Vediamo quindi chi farebbe bene ad utilizzarle, chi può ma con qualche accorgimento, e chi invece deve continuare a dimenticarsi che esistono.

60a0d-balmainfall2009rtw

Se avete un fianco generoso ma le spalle cadenti le spalline possono aiutarvi più di qualunque altra cosa indossiate a riequilibrare la figura. Attenzione, però, anche in questo caso a non esagerare con le dimensioni di queste ‘ protesi’,  soprattutto se non siete alte.

Su un fisico regolare, utilizzatele con gusto evitando eccessi. Se siete esili il rischio è che sembri che siano le spalline a portare voi e non viceversa.

Da evitare assolutamente, invece, se appartenete alle donne “triangolo inverso”, ovvero le donne con spalle ampie e fianchi stretti; ma anche se siete donne molto morbide. In entrambi i casi la regola generale è la stessa: se c’è qualcosa in più non si deve aggiungere ancora altro volume.

Per riassumere: si alle spalline come elemento riproporzionatore. Dove manca, aggiunge. Bene su finisci regolari per conferire quell’aspetto un po’ “girl power”. Ma non se c’è già più del necessario, o se avete spalle da nuotatrici.

Usatele per  ciò che sono: un elemento di gioco, un salto indietro nel passato, un nostalgico ricordo di un tempo in cui tutti pensavano che il futuro sarebbe stato, per chiunque, una meravigliosa avventura.

balmain-paris-p_e

Inoltre vi consiglio di leggere...